Crisi di governo: Conte al Senato cosa farà,ci saranno i numeri?

Italia Viva fa dimettere i due ministri e un sottosegretario, proseguono contatti per garantire la maggioranza al governo Conte. Per il Senato servono 161 voti.

Per il Senato servono 161 voti. Nonostante il senatore toscano continui a dire che il suo obiettivo primario non è cacciare il Premier Conte, la crisi che il leader di Italia Viva ha aperto nei confronti del governo preoccupa tutta l’area della maggioranza.

Ore decisive per il governo: i numeri che servono al Senato

Dei 321 Senatori, almeno 161 devono appoggiare il governo Conte affinché ci sia ancora una maggioranza. Situazione non facile visto che i 18 senatori di Italia Viva hanno già annunciato la loro astensione. Attualmente, dunque, il premier può contare su 147 voti certi – Movimento 5 Stelle , Pd , Leu , Autonomie e altri 9 senatori del gruppo Misto – per cui le ultime ore diventano decisive per cercare i numeri mancanti in altre direzioni. L’Udc, i cui senatori inizialmente erano papabili collaboratori della stabilità, si è completamente sfilata dall’appoggio alla maggioranza.

I dubbi rimangono a questo punto nei confronti del partito di Silvio Berlusconi che conta 54 senatori e che potrebbe giocare le sue carte in maniera del tutto inaspettata, distanziandosi così dalla frangia del centrodestra trainata dall’asse Salvini-Meloni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *