Perplessità del dott.Crisanti virologo “qualcosa non va sono preoccupato”

Il virologo Andrea Crisanti dichiara “ho notato un’anomalia nei dati del bollettino: “I morti li contabilizziamo bene, ma penso che sottostimiamo i positivi”

Ultimi  bollettini emessi dal  ministero della Salute hanno evidenziato  una anomalia per chi li sa leggere,che c’è una anomalia.Il dott. Andrea Crisanti effetuadelle considerazioni  “mentre continuano a crescere i nuovi contagi da coronavirus in Italia, infatti, i numeri sarebbero troppo bassi rispetto a quelli delle vittime: “C’è qualcosa che non va”, ha dichiarato l’esperto.

I dati pubblicati dal ministero della salute  infatti, ha segnalato 20.396 contagi con 502 morti, mentre i dati di ieri  hanno segnalato 23.059 casi e 431 morti. “Non mi convincono – ha notato Crisanti a colloquio con Adnkronos Salute – questi numeri bassi di nuovi casi e questo dato così alto dei decessi“.

“Secondo me deve esserci una sottostima da qualche parte. I morti li contabilizziamo bene, ma penso che sottostimiamo i positivi, non riesco a capacitarmi del perché”.

Crisanti, continua colpevolizzando l’uso di mezzi rapiti di verifica se si è positivo o no,il tampone rapido  “Secondo me dovrebbero essere proprio eliminati i test antigenici rapidi, oppure confinati in casi precisi, per esempio solo per fare analisi di popolazioni e basta”.

“Si fanno troppi test antigenici e fatti male – ha ribadito Crisanti -. C’è uno squilibrio di positività fra gli antigenici e i molecolari”.

Andrea Crisanti ha poi fatto una previsione su quello che succederà nei prossimi mesi: “Oggi sicuramente viviamo un grande incremento di casi. E con una situazione in rialzo è possibile che i morti aumenteranno ancora. I decessi che vediamo oggi, ricordo, si riferiscono a 2-3 settimane prima. Siamo in una fase di ascesa e secondo me il virus sta circolando di più di quello che vediamo dai test, c’è qualcosa che non stiamo facendo bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *