L’ex Procuratore Capristo “ svolgeva azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso”

La prima parte dell’inchiesta si occuperà del seguente reato:

Capristo Carlo Maria:organizzava in piu’ azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso,viene imputato dagli art.81 cpv 323-378 ep, quale Procuratore della Repubblica di Trani,al fine di consentire al funzionario di cancelleria Cotugno Domenico,responsabile della sua segreteria e persona a lui particolare legata di eledure le indagini,e quindi di ottenere un indebito ventaggio anche patrimoniale consistente nel non essere sottoposto a procedimentio penale evitando le relative spese ed il pagamento di eventuale risarcimenti.

Primo caso:Si assegnava il procedimento penale nr.6591/15-44 a carico di ignoti per un delitto di rilevazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio-ex art.326 c.p.relativo ad una fuga di notizie a beneficio dei difensori degli indagati,assistiti dallo studio legale Desiderio/Papagno riguardante le indagini e le intercettazioni di cui al p.p. penale —–relativo a gravi reati contro la PA  di ricercare le prove necessarie ad accertare i fatti,corollario del principio di obbligatorietà dell’azione penale,ometteva di svolgere indagini non avendo trovato nessuna delega di nessun accertamento svolto direttamente dal PM,al fine del verificare chi,all’interno degli apparati giudiziari e di polizia,avesse propalato la notizia relativa alle indagini in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *