I “Covid Hotel” anche in Capitanata

La Regione Puglia sta valutando l’adozione di nuovi provvedimenti per far fronte all’aumento dei casi di Covid sul territorio.

Si sta pensando a nuovi potenziamenti della rete ospedaliera Covid. Il Dipartimento Salute ha chiesto una relazione alle Asl per sapere se ci sono ancora posti letto convertibili da aggiungere, a partire da dicembre, ai circa 3mila dedicati alle cure dei contagiati da Covid 19 attualmente operativi negli ospedali pugliesi.

Intanto, partono anche i primi sette “Covid Hotel”, tre in provincia di Bari, due nel Foggiano (il “Palace” di Lucera, già disponibile da qualche tempo, e la foresteria di “Casa Sollievo della Sofferenza” a San Giovanni Rotondo), uno nel Brindisino e uno nel Leccese.

Sono strutture alberghiere che hanno accettato di destinare una parte delle loro camere per ospitare pazienti Covid dimessi dagli ospedali perché ormai asintomatici ma ancora positivi.

I posti letto totali sono 217: 77 nel Barese, 80 in Capitanata, 35 in provincia di Brindisi e 25 in provincia di Lecce.

Sarà ammesso gratuitamente in queste strutture chi abita in appartamenti che non permettono l’isolamento dai conviventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *