GOVERNO DRAGHI: PIU’ SOLDI E PIU’VELOCEMENTE POSSIBILE

Vediamo nel dettaglio alcune voci del decreto approvato dal consiglio dei ministri dopo ritardi dovuti a discussioni e punti di vista che hanno visto la nascita del decreto :

SCUOLA – Ci sono 150 milioni per il recupero delle competenze e della socialità durante l’estate, e altri 150 milioni per aspetti più sanitari. Il personale scolastico e amministrativo assente per vaccino è “giustificato”.

TURISMO – Sostegni complessivi per 1,7 miliardi di euro 

IL FONDO PER LA MONTAGNA – Degli 11 miliardi destinati alle attività produttive, un fondo ad hoc da 700 milioni è destinato alla montagna compresi i maestri di sci

MATRIMONI ED EVENTI – Per le filiere più colpite dalla crisi (anche commercianti e ristoratori dei centri storici) c’è un fondo da 200 milioni. I fondi saranno distribuiti dalle Regioni

IL SOSTEGNO DELLE FILIERE – Previsti anche 200 milioni in più per il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura. 100 milioni andranno a coprire la cancellazione di fiere e congressi e altri 150 per le fiere internazionali 

CASSA INTEGRAZIONE COVID – La Cassa integrazione Covid è prorogata fino a fine 2021 e lo stanziamento è pari a 3, 3 miliardi di euro

CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA – Le aziende che hanno la cassa integrazione ordinaria potranno chiedere 13 settimane tra il primo aprile e il 30 giugno 2021 con causale Covid senza contributo addizionale. Saranno invece concesse al massimo 28 settimane tra il primo aprile e il 31 dicembre 2021 per quei lavoratori che non sono tutelati da ammortizzatori ordinari ma hanno l’assegno di solidarietà o la cassa in deroga. Anche in questo caso non è chiesto un contributo addizionale

STOP AI LICENZIAMENTI – Sempre riguardo ai lavoratori in difficoltà, proroga dello stop ai licenziamenti fino a giugno 2021 (e fino a ottobre per le aziende che usano la cassa integrazione Covid)

LE PARTITE IVA – Lavoratori autonomi e imprese riceveranno aiuti dai 1.000 euro per le persone fisiche ai 3.000 euro per le partite Iva, fino a un massimo di 150mila euro per le attività (anche artigiane) con 5 fasce percentuali in base al reddito

REDDITO DI CITTADINANZA – È rifinanziato per 1 miliardo. Tre nuove mensilità del reddito di emergenza alle famiglie (1,52 miliardi). Fino al 31 dicembre non serve aver lavorato 30 giorni nell’ultimo anno per ottenere la Naspi

STRALCIO – Sono cancellate le vecchie cartelle esattoriali fino a 5mila euro tra il 2000 e il 2010 per chi rientra in un tetto di reddito di 30mila euro. Rate e nuove cartelle esattoriali sospese fino al 30 aprile e una sanatoria ad hoc per le partite Iva in difficoltà

LOTTA AL COVID – Il plafond messo in campo con il dl Sostegni per la lotta al Covid-19 prevede oltre 4,5 miliardi tra finanziamenti per l’acquisto dei vaccini e dei medicinali, avvio della produzione, campagna vaccinale e fondi per la gestione commissariale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *