Il Capodanno a Foggia è stato festeggiato pur con qualche problema dovute alle ristretezze delle ordinanze,ma hanno fatto sparare molto.

A Bari grosso petardo contro l’auto dei Carabinieri. Un ragazzo di anni 16 ad Altamura ha perso un dito per uno scoppio di un grosso pedarto –

È andata così a Bari, dove dopo le 23.00 alcune zone della città si sono trasfornati totalmente,sono diventate  zone di guerra. Il rione Libertà la città vecchia il quartire CEP e Japigia si sono trasformati completamente in zone off-limits perche la tradizione  dei botti  il Covid 19 non è riuscito a fermare. 

Le strade deserte sono state uno scenario comune in tutte le città, tranne quelle che hanno ospitato mortai e batterie di fuochi d’artificio,

In tutte le città alcune zone sono diventate terra di botti secondo una tradizione Il virus ha avuto la peggio. Un grosso  petardo è stato buttato sotto la macchina dei Carabinieri che circolava di perlustazione, e un’altra auto è andata a fuoco nella ex frazione di Santo Spirito.

Foggia ci sono stati diverse segnalazioni ai Vigili del Fuoco ben 25 interventi ieri,impegnati dal pomeriggio a spegnere fuochi causati dallo scoppio di grossi pedarti nei cassonetti.Un grosso pedarto davanti ad un negozio  che ha causato un danno,in via Sant’Antonio, al rione Borgo Croci. 

 San Severo l’incendio di un’auto parcheggiata in via Boschetto.

Cerignola fuochi sparati verso autobetture,fuoco in giardino privato.

 Taranto un gruppo di nigeriani hanno creato una rissa con accoltellamenti.

Quest’anno è stato l’anno dei social perche sono stati postati quasi 20.000 mila post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *