Covid: I militari distribuiranno dosi di vaccino Pfizer

Oggi c’è stato l’incontro al Coi (il Comado Operativo di vertice Interforze), il generale Luciano Portolano ha detto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che il vaccino contro il coronavirus di Pfizer sarà distribuito dai militari. “Su richiesta del commissario Domenico Arcuri abbiamo dovuto pianificare con urgenza la distribuzione del vaccino Pfizer. Le dosi, che giungeranno in Italia il 24 dicembre, verranno custodite in una prima fase nell’hub centrale dello Spallanzani e, a cura della Difesa, saranno distribuite e somministrate su 21 siti nazionali”, ha detto Portolano. Il comandante del Coi ha anche spiegato che, oltre alla distribuzione sui 21 siti nazionali, ci sarà “un’ulteriore distribuzione capillare e, se necessario, anche la somministrazione”.  il 26 dicembre sarà il giorno del  “Vaccine day”.

Il Presidente della Repubblica  Sergio Mattarella ha parlato del ruolo svolto dai militari nella distribuzione del vaccino anti-Covid. “Un ruolo prezioso e determinante sarà ricoperto dalle articolazioni della Difesa anche nelle attività fondamentali connesse alla gestione della campagna vaccinale, in concorso con il Servizio sanitario nazionale. Gli italiani, oltre a essere orgogliosi delle forze armate, sono riconoscenti per quanto fanno per la difesa e la sicurezza del nostro Paese”, ha detto il presidente della Repubblica. Mattarella ha espresso “riconoscenza a nome della  Repubblica a tutti gli appartenenti alle forze armate, ai corpi militari dello Stato e ai loro familiari”. “Rivolgo a tutti gli appartenenti alle Forze Armate, ai Corpi militari dello Stato e ai loro familiari gli auguri più grandi per un 2021 migliore, che restituisca serenità e assicuri ai nostri concittadini prospettive rassicuranti e positive”, ha poi aggiunto il presidente della Repubblica. Il contributo delle Forze Armate sarà decisivo per raggiungere gli obiettivi della campagna vaccinale contro il coronavirus Sars-CoV-2, tra cui quello di vaccinare il 70% degli italiani entro l’autunno 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *