Politiche sulla privacy oramai non c’è più sicurezza

Politiche sulla privacy, cosa comporta dare il proprio consenso? Cosa comporta quando si  scarica una nuova app sullo smartphone? Le informazioni che cediamo alle aziende,dando l’ok al trattamento dei dati personali, fanno  il giro del mondo. A verificare su questo lato, piuttosto tenebroso , delle app, durante l’uso del telefonino che installiamo oramai inconsciamente ogni giorno quando lo abbiamo in mano.

Un gruppo di lavoro, aveva scoperto che erano tantissime le app che studiavano, verificavano, i movimenti di migliaia di cittadini .Tutte erano riconducibili a una stessa azienda: una azienda londinese.  A verifica di cio’ che avevano scoperto, ha verificato se rispondeva al vero hanno fatto una trattativa. Chiariamo che è lecito acquistare dei pacchetti di dati di localizzazione di sistemi di comunicazione adespoto. Non riconducibili a nessuno e a nessun apparato, motivando che si devono utilizzare per svariate motivazioni.

Ci sono svariate società che le vendono , il prezzo si aggira piu’ o meno sulle 3.000 euro per consegnare le informazioni, anonime ma complete di coordinate geografiche raccolte tramite Gps, di 140.000 utenti. Una volta in possesso di queste, un buon tecnico puo’ elaborare una mappa che traccia gli spostamenti degli ignari utenti. Analizzandoli, si puo’verificare quanti spostamenti quanti indirizzi di abitazioni di persone di quella specifica zona richiesta all’acquisto.

Agenzia Federali di tutti gli stati li utilizzano per scoprire i vari movimenti dei  cartelli perché si leggono i dati di localizzazione. Ci sono  società specializzate che svolgono queste letture analizzandole. Nessuno sa che chiedendo di esercitare un diritto costituzionale cioè: in base al regolamento generale sulla protezione dei dati, ogni cittadino europeo può richiedere di accedere ai dati memorizzati sui server delle aziende. 

Tutto cio’ descritto ci svela quindi, almeno in parte, che tutto quello che succede quando, del tutto ignari, diamo l’ok al trattamento dei nostri dati personali. Senza sapere che tutte le informazioni che ci riguardano, nel giro di appena qualche minuto, saranno già trasmesse ai quattro angoli del globo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *