Rigenerazione Urbana Sostenibile: le misure del Comune di Foggia per favorirla

Nella seduta del 26 novembre, il Consiglio Comunale di Foggia ha approvato un sistema graduale di premialità per i privati -comprese le strutture ricettive della città- che vogliano costruire e ricostruire in maniera sostenibile.

Un provvedimento che dà applicazione della legge regionale 10 giugno 2008 n. 13 “Norme per l’abitare sostenibile e del Sistema di valutazione del livello di sostenibilità ambientale degli edifici” ed è conseguente al “Protocollo Itaca Puglia 2011 – Residenziale”.

In particolare, si è preso atto di una serie di nuove esigenze relative al fabbisogno abitativo della comunità: la forte domanda di miglioramento delle condizioni abitative e la necessità di dover lavorare “da casa”; l’adeguamento del patrimonio edilizio dal punto di vista sismico e dell’efficientamento energetico; offrire una soluzione all’annosa questione degli alloggi insalubri e degli alloggi “incapienti” per fasce deboli e non abbienti.

Gli incentivi consisteranno, ad esempio, nella riduzione della tassa IMU, degli oneri di urbanizzazione secondari, del costo di costruzione e, infine, nell’incremento fino al 10% della volumetria consentita in base ai parametri di edilizia sostenibile rispettati.

«La rinascita urbanistica di Foggia -ha dichiarato Paolo La Torre, vice Sindaco e assessore all’Urbanistica- deve partire da una rigenerazione urbana e sostenibile. Le nuove misure premiali per l’edilizia sostenibile sono il risultato di un grande lavoro di ricerca e approfondimento che stiamo portando avanti con il prezioso contributo della Commissione Territorio del Comune di Foggia. Un lavoro che non solo non è finito, ma è appena iniziato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *