Milano: Assalto al Furgone Blindato sulla A4, Sospetti su un Gruppo di Cerignolani e un Fasano

La Procura di Milano ha lanciato un’operazione di ampio respiro, basata sul sospetto fondato che un gruppo di criminali, noti come “batteria”, provenienti principalmente dalla Puglia precisamente da Cerignola(FG) e con la possibile partecipazione di un individuo della provincia di Brindisi, sia stato responsabile dell’assalto a un furgone blindato avvenuto lo scorso 4 dicembre sulla A4 Milano-Torino. Tra i sospettati, un uomo di 38 anni di Fasano, già noto alle forze dell’ordine, sembra essere un elemento chiave dell’indagine.

L’Operazione della Squadra Mobile

Nei giorni scorsi, la Squadra Mobile di Milano ha effettuato un’operazione in Puglia per eseguire un decreto di perquisizione locale e personale, emesso dalla Procura della Repubblica di Milano, a carico di 16 indagati. Tra questi, la maggioranza proviene da Cerignola, ma sono presenti anche alcuni individui di origini lombarde e, come citato, un uomo di Fasano.

Il Modus Operandi

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di aver compiuto un attacco estremamente violento e ben organizzato contro il furgone portavalori. Secondo le accuse, il gruppo avrebbe esploso diversi colpi di arma da fuoco contro il veicolo, speronandolo e tamponandolo con diversi mezzi tra cui una Jeep Renegade, una Fiat 500X e una Ford Ranger. Inoltre, altri veicoli del gruppo avrebbero bloccato il traffico in entrambe le direzioni della A4, costringendo alcuni mezzi pesanti a intraversarsi sulla carreggiata. Per completare l’assalto, il gruppo avrebbe cosparso la strada di chiodi a tre punte, nel tentativo di immobilizzare ulteriormente il traffico e garantire la riuscita del colpo.

Il Bottino

L’obiettivo del gruppo era un carico d’oro del valore di oltre due milioni di euro trasportato sul furgone blindato. L’assalto, eseguito con precisione militare e violenza, mostra un livello di preparazione e determinazione notevole, suggerendo che il gruppo abbia esperienza in operazioni simili.

Le Indagini in Corso

Le indagini sono tuttora in corso e mirano a raccogliere ulteriori prove contro gli indagati, identificare eventuali altri complici e comprendere appieno la struttura e le operazioni della “batteria”. Gli investigatori della Squadra Mobile di Milano stanno collaborando strettamente con le autorità pugliesi per assicurare alla giustizia tutti i responsabili di questo grave crimine.

Conclusioni

L’assalto al furgone blindato sulla A4 rappresenta uno dei colpi più audaci e violenti degli ultimi anni in Italia. La determinazione e l’organizzazione del gruppo criminale implicano una minaccia significativa alla sicurezza pubblica. Le autorità sono impegnate a fondo per smantellare questa rete criminale e prevenire futuri attacchi simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: