DIFFICILMENTE AVREMO UN’ESTATE IN PIENA LIBERTA’ L’AVVISO DI ANDREA CRISANTI.

Per quanto finora abbiamo vaccinato, molto difficilmente il nostro Paese raggiungerà  l‘immunità di gregge, nuova doccia gelata sulle speranze di vivere un’estate liberi dal flagello Covid da parte di Andrea Crisanti, Direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Azienda ospedaliera di Padova, che, nel corso della diretta live su YouTube del portale Fanpage.it, in proposito così ha sentenziato: “Molto difficilmente avremo una estate come quella del 2020, quando dopo il lockdown abbiamo riaperto, con pochi decine di casi di contagio. Probabilmente quest’anno arriveremo a inizio maggio con almeno 7-8 mila casi al giorno che sono ancora tantissimi, purtroppo”. Una previsione, quella di Crisanti,suffragata da una dinamica di trasmissione del virus che desta ancora preoccupazione lasciando, quindi, poco spazio all’ottimismo: “C’è ancora anche un numero inaccettabile di morti, per cui più guadagniamo tempo meglio è. 

Il vaccino non è una terapia genica”

Stimolato dal conduttore a commentare i differenti risultati delle campagne vaccinali nel Regno Unito e in Italia, dove stenta a decollare,Crisanti si è focalizzato a spiegare le differenze tra i due popoli: “Arrivare al numero di vaccinazioni del Regno Unito non è una cosa che si improvvisa, loro sono fondamentalmente molto più organizzati. L’Inghilterra è diversa da noi anche come popolo, di fronte alle difficoltà agisce come una sola persona, tendono a unirsi invece di dividersi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *